RISPARMI IL 30% con il credito d’imposta. Scopri come

Ricevi pagamenti immediatamente senza costi fissi con:

Crediti d’imposta e POS fisici: che cos’E’, a chi spetta e come utilizzarlo!

Il 2020 ha segnato l’avvio di nuovi crediti d’imposta per gli investimenti in beni strumentali che hanno sostituito il super e l’iper ammortamento

Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese residenti in Italia, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito e, per gli investimenti aventi a oggetto beni materiali ordinari non Industria 4.0, sono ammessi anche gli esercenti arti e professioni

Quest’agevolazione consiste in un credito d’imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite modello F24 ed ha sostituito le precedenti discipline del super e dell’iper ammortamento che, per gli investimenti negli stessi beni, riconoscevano una maggiorazione del costo di acquisizione, permettendo una maggiore deduzione di quote di ammortamento e canoni di leasing

La misura dell’agevolazione è diversa a seconda della tipologia dei beni oggetto dell’investimento. Nel caso di qualsiasi dispositivo POS fisico il credito d’imposta è pari al 6% del costo, determinato ai sensi dell’articolo 110, comma 1, lettera b), del Tuir, nel tetto di 2 milioni di costi ammissibili e la fruizione può avvenire dall’anno successivo a quello di entrata in funzione dei POS acquistati